Follow:
Organizzare casa

Statico o ventilato? Come usare e prendersi cura del forno

Quante volte vi è successo di provare una ricetta, ma al momento della cottura in forno vedere che qualcosa è andato storto senza sapere bene cosa?

Se state facendo di si con la testolina, sappiate che l’80% delle volte è colpa dell’impostazione che avete usato.

Statico o ventilato? Questo è il vero problema che affligge chiunque si cimenti in qualche preparazione culinaria, dalla classica lasagna di mamma al più complicato soufflè au chocolat.

La risposta non è sempre semplice immediata vista l’immensa vastità di funzioni e tipologie di forni che abbiamo a disposizione. I modelli di ultima generazione offrono la possibilità di scegliere direttamente il piatto da preparare per avere l’impostazione migliore, ma se come me avete un forno si moderno, ma dalle funzioni basiche leggete qui sotto per chiarirvi le idee.

 

Forno statico

Biscotti, torte, muffin e plumcake vanno cotti sempre e solo con il forno statico che diffonde il calore dall’alto verso il basso (o viceversa) all’interno del forno e assicura una cottura perfetta sia all’interno che all’esterno della preparazione.

 

Forno ventilato

In questo caso il calore arriva dalle pareti in modo diffuso grazie alla ventola e il risultato che otterrete sarà croccante fuori e umido all’interno. E’ la funzione perfetta per arrosti, verdure, pasta al forno e tutti quei dolci che hanno un cuore molto umido (tortini al cioccolato ad esempio).

 

bicarbonato e limone

Credits pixabay.com

Pulizia

Per avere un forno sempre pulito e sgrassato le cose da fare sono 2:

  1. Passarlo con un panno umido dopo ogni utilizzo
  2. Pulirlo periodicamente con prodotti sgrassanti.

Ammetto di non essere molto costante con il primo punto e mi ritrovo a dover fare ben più che una semplice pulizia più approfondita, ma dipende molto da quanto e come lo usate.

Chiarite le regole auree ed essermi confessata sulla mia poca dedizione, passiamo alla parte pratica.

Per pulire il forno in modo corretto deve essere freddo, dovete staccare tutte le griglie e distribuire il prodotto che avete deciso di utilizzare.

In commercio ne esistono svariate tipologia, dalla schiuma spray alla crema, ma se volete una soluzione più eco friendly, economica e praticamente inodore potete usare il bicarbonato di sodio.

 

  • Versate una tazza di bicarbonato in un contenitore e aggiungete il succo di un limone oppure due cucchiaio di aceto bianco.
  • Mescolate fino a creare una pappetta che distribuirete su tutta la superficie del forno. La consistenza non dovrà essere troppo liquida in modo da permettere che aderisca alle pareti.
  • Lasciate agire tutta la notte e il mattino seguente rimuovete il tutto con un panno umido.

 

 

Share on
Previous Post Next Post

You may also like

No Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: